Chick & mom Chick & mom
il 10 Luglio 2008, Di mammenellarete
“Confessioni di una mamma pericolosa” di Silvia Colombo per Fazi Editori che esce domani è uno dei primi libri in italiano legati alla tradizione invece molto diffusa nei paesi anglosassoni di libri per mamme che si sentono non adatte al ruolo. E che hanno bisogno di ironizzare e raccontare ad altri per condividere le esperienze il loro regno di gioie e dolori. Di mamme scrittrici ne abbiamo incontrate tante in questi mesi, anzi da loro siamo partite per comprendere il mondo della maternità sulla rete, dalle mamme che hanno blog. Si capisce molto delle mamme di più dai blog, che dai siti di informazione e specializzati. Mamme col desiderio di raccontarsi oltre che con il video come hanno fatto tutte sulla nostra community, anche con la scrittura le abbiamo incontrate tante anche tra quelle che non avevano mai approcciato la comunicazione tramite rete. Basta leggere alcuni testi delle nostre mamme che abbiamo pubblicato sul blog.
...continua
Una passerella di emozioni Una passerella di emozioni
il 08 Luglio 2008, Di mammenellarete
Appello nel backstage della sfilata di mamme.it e mamme in dolce attesa.it: sembra di essere a scuola. Le emozioni e le trepidazioni sono le stesse. Le mamme che arrivano in ritardo corrono il rischio di essere eliminate dal concorso. Come a scuola si viene puniti dal preside Gabriella Esposito “deux ex machina” del raduno delle mamme. La divisa di bellezza di ogni mamma, tutte diverse sono pronte con la messa a punto degli ultimi ritocchi di trucco. Tutte le mamme si ritrovano con abbigliamenti inconsueti rispetto ai giorni quotidiani di lavoro e di mamma. Sono tutte giovanissime queste mamme per il concorso e con già due bambini molte di loro. I loro bambini le guardano ammirati, forse hanno difficoltà a riconoscerle. Come mi racconta la mamma di Biella biondissima, bellissima di 27 anni con già due bambini: quando si è vestita per la sfilata anche il marito ha stentato a riconoscerla, accorgendosi che erano due anni che non vedeva sua moglie così bella e così elegante. Questo per far comprendere quanto il lavoro di mamma tolga non solo i tacchi a spillo ma anche un po' l'identità più fashion di una giovane ragazza che prima di aspettare il primo figlio viveva a Milano e aveva appena iniziato a lavorare nella grande città metropolitana.
...continua
Un insolito fiocco rosa Un insolito fiocco rosa
il 04 Luglio 2008, Di mammenellarete
In questi giorni di euforia, di incontri a Riccione, di casting e attività collettive, che anche noi in redazione seguiamo da lontano con entusiasmo, non smetto di leggere il giornale: la maternità è ancora più strabiliante nel mondo dei media.
...continua
Più casting per tutti Più casting per tutti
il 02 Luglio 2008, Di mammenellarete
I Casting sono al pianterreno, poi sù, per il giro degli sponsor e dei regali. Per ogni adesivo un regalo, il nostro bavaglino va a ruba e noi abbiamo inventato una nuova installazione di arte contemporanea con gli adesivi che le mamme ci consegnano, speranzose di trovare qualcosa di bello…ma cosa c’è di più bello della nostra community di mammenellarete.it? Con tutte le mamme che si raccontano, i video della varie fasi di vita dei loro bambini, gli esperti con le loro video risposte..quando le mamme li vedono sul pc impazziscono, i papà si fidano della tecnologia e incoraggiano…vedere di cosa si parla sul computer aiuta tanto…
...continua
Stand in atto Stand in atto
il 01 Luglio 2008, Di mammenellarete
redattrice self-service
L’attesa cresce, ma la macchina organizzativa non si ferma. Il confessionale prende forma, è più grande di quello che uno ricorda nell’immaginario religioso o del più noto recente confessionale del Grande Fratello. Ma l’effetto di racconto personale e privato rimane, le mamme hanno bisogno di raccontarsi, vogliono renderci partecipi e noi siamo qui per questo…è bello vedere grandi e piccini aiutare e lavorare per questo evento familiare. Noi ci sentiamo forse i più inadeguati, ma è solo perché manca una parte importante della nostra squadra come Agostino e Caterina. E poi stasera arriveranno anche Giusy e Claudia per le aziende e Identikids; così la grande famiglia di TBTV a Riccione sarà completa. Mentre Alina si perde per le strade dell’Emilia inseguendo mille impegni, io cerco di barcamenarmi tra le reti da pesca e di internet. Meglio le reti da pesca che almeno si mangia…Caterina si districa tra i treni, Ago tra i colpi di vario genere e infine c’è chi si occupa di montare l’impossibile nonostante la disorganizzazione che questo caldo atroce provoca anche a Roma.
...continua
Sudore e guai…ma non per le mamme (..e siamo solo al primo giorno) Sudore e guai…ma non per le mamme (..e siamo solo al primo giorno)
il 30 Giugno 2008, Di mammenellarete
redattrice self-service e Alina
Alla conferenza stampa del raduno delle mamme nell’infuocata Riccione oggi alle 12, si scoprono tante cosine interessanti. Riccione è la terza spiaggia italiana per i servizi per i bambini e le loro famiglie. Soltanto in questa prima settimana di luglio la sua popolazione abituale aumenta di 50.000 persone per la notte rosa che si terrà questo sabato 5 luglio. La manifestazione di concerti ed eventi tutta la notte coinvolge 5 comuni e si terrà proprio la notte della fine del Raduno della mamme.
...continua
Quando l'amore non ha fine... Quando l'amore non ha fine...
il 27 Giugno 2008, Di mammenellarete
L'amore per un figlio può cambiare quando ne arriva un altro? L'amore diminuisce, aumenta o si divide equamente? E quando una mamma ne ha quattro di figli? Allora diventa importante l'amore ma anche l'educazione. Perchè gestire più bambini insegna l'importanza dei no, e l'importanza dell'organizzazione. Le storie che vanno in onda questo sabato alle 22 su Discovery Real Time sono tutte storie di mamme "più volte" o di bambini con più mamme. Ci sono quattro bambini che creano costanza nel comportamento della mamma, clown mamme che fanno sorridere i bambini di altre mamme oltre che i propri con la smile therapy, mamme manager che devono dividere il loro tempo con i figli tra lavoro, casa e tata; mamme che imparano ad amare anche una seconda figlia dopo tanti dubbi e dopo tanto amore dato alla prima. Perchè l'amore ha sempre qualcosa da insegnarci...in costanza, abbondanza, colore e odore.
...continua
Raduno e preparativi... Raduno e preparativi...
il 26 Giugno 2008, Di mammenellarete
Organizzare una trasferta come quella a Riccione per il Raduno della mamme non è semplice! Da Roma a Riccione: viaggio (sveglia all'alba lunedì...), albergo, televisore per proiettare le puntate di mammenellarete nello stand, pc per mostrare il sito e i suoi video, bavaglini... Quindi attività sul campo: tra le mamme, tra le prove delle sfilate dei bimbi, tra le prove nel concorso per le mamme, sulle spiagge nel confessionale delle mamme...mamme, mamme, mamme... Avremo lì a Riccione uno stand in cui ci sarà Alina e Betta per mostrare il sito a chi ancora non lo conoscesse. Per fare le iscrizioni e regalare il famosissimo bavaglino di mammenellarete! E per raccogliere storie nuove per la prossima edizione del programma tv. In giro per i vari eventi e incontri ci sarà Agostino con la sua telecamera. Che raccoglierà immagini, umori, momenti di vita delle mamme al raduno oltre che le loro confessioni ogni mattina alle 11 al bagno 90. Saremo supportati anche da Caterina che permetterà con la sua maestria tecnica che i video siano tutti pronti giorno per giorno sul nostro sito. E poi ci sarà anche Giusy con noi per conoscere e farci conoscere a tutte le aziende per bambini che ci saranno lì al Raduno. E poi Claudia...Avremo con noi anche le mamme testimonial, delle mamme che già ci conoscono, che hanno già partecipato al nostro progetto tv e web quest'anno e che possono "garantire" per noi....
...continua
Prodotti per bambini? Prodotti per bambini?
il 25 Giugno 2008, Di mammenellarete
E' della settimana scorsa la notizia dell'apertura del primo salone di bellezza a Londra solo per bambine. “Tantrum” così si chiama, si trova a King's Road, a Chelsea. Le giovani clienti vengono viziate in sala d'attesa leggendo Vogue o giocando con una più tradizionale – dato la loro età – bambola Barbie.
...continua
Ti ricordi il mare di una volta? Ti ricordi il mare di una volta?
il 24 Giugno 2008, Di mammenellarete
da redattrice self-service
Quando la mia mamma era piccola andava alla colonia estiva, i bambini anche dei quartieri più popolari venivano ospitati da strutture sociali apposite che si trovavano vicino al mare, gestiti molto spesso da suore che portavano i bambini al mare la mattina presto, il pomeriggio riposino, poi ancora mare, gelatino e poi a nanna presto. Ancora adesso quando andiamo verso Pontecagnano mia mamma mi fa vedere la struttura deserta e vuota che era la sua colonia di bambina. Infatti adesso quasi tutte le strutture ex colonie sono schelestri abbandonati vicino a molte delle spiagge più popolari italiane. Adesso è cambiata l'idea del campo estivo, ci sono attività di ogni genere - quasi sempre a pagamento - in cui si impara di tutto. Inglese, spagnolo, botanica e sport di ogni genere: di terra, di mare, e si conoscono approcci culturali di ogni genere; ci sono i campi di educazione alla pace e alla non violenza per bambini un po' più grandini del Mir, o i campi dove si impara la Bibbia come quelli tra le montagne della Valle d'Aosta. O quelli in collaborazione con Legambiente, dove si approccia il rispetto alla natura che semmai è utile per i bambini di "città" poco abituati al contatto con il verde. A Roma ci sono quelli dell'associazione Tavola Rotonda .
...continua
Non pensarci! Non pensarci!
il 23 Giugno 2008, Di mammenellarete
da redattrice self-service
Uno dei casi cinematografici dell'anno è “Non pensarci!”, primo film di successo di Gianni Zanasi. Film divertente, con molte battute a raffica, nonostante i temi anche seri, come la crisi economica di una famiglia, un divorzio, molte crisi personali a tutti i livelli: figli, madri, ecc...un po' di soggetti strani a cui la provincia ha fuso il cervello. Ci sono funerali, incidenti, ma nonostante tutto ciò si continua a sorridere, anche grazie a una spettacolare colonna sonora e un ottimo montaggio tra musica e immagini, in fin dei conti la storia che narra è quella di un chitarriste rock, no?
...continua
I tipi di contrazioni I tipi di contrazioni
il 20 Giugno 2008, Di mammenellarete
Le contrazioni uterine sono  involontarie, peristaltiche, intermittenti ed infine dolorose, la dott.ssa Antonella Spagnuolo ci spiega come riconoscerle.
Esse sono indipendenti dalla volontà della donna, sono caratterizzate da una pausa che durante il travaglio diminuisce con il progredire del travaglio stesso: la pausa costituisce un periodo di recupero fisiologico per le fibre miometrali e consente un’efficiente irrorazione dell’area placentare in cui, durante la contrazione, il flusso ematico si riduce o si arresta.
Il dolore in travaglio è dovuto allo stiramento delle strutture muscolo-fibrose del collo uterino e del SUI, alla compressione diretta delle terminazioni nervose intramiometriali, alla relativa ipossia delle fibrocellule muscolari ed anche alla stimolazione meccanica sul peritoneo.
Le contrazioni presentano un tono basale, un’intensità od ampiezza e una frequenza.
...continua
E’ tempo di bambine… E’ tempo di bambine…
il 19 Giugno 2008, Di mammenellarete
Thomas Beatie sembra essere arrivato alla fine della sua avventura unica. Ex donna, ora uomo (ma con apparato riproduttivo femminile intatto) incinto perchè la compagna non poteva avere figli è all'ottavo mese. Tra un mese avranno una bambina.
...continua
Partiamo dall'inizio...i primi sintomi Partiamo dall'inizio...i primi sintomi
il 18 Giugno 2008, Di mammenellarete
Quali sono i primi sintomi di un bebè in arrivo, oltre all'assenza delle mestruazioni? Si trovano varie scuole di pensiero su questa cosa, ogni donna ha dei sintomi uguali ma diversi, ognuno legge nel proprio corpo segnali diversi. Vediamo di elencarli e poi aspettiamo i vostri pareri e le vostre smentite o letture diverse: ve ne siete accorte perchè le vostre unghie dei piedi hanno cambiato colore o perchè la vostra amica vi ha detto che avevate un viso radioso? Ma vediamo cosa dice la “scienza”: seno dolorante, le classiche nausee, la stanchezza (ma quelle può essere usata anche come scusa per lavorare meno...scherz), un po' di febbre (questo incremento di temperatura non è avvertito da tutte le donne.
E' normalmente presente nella seconda fase del ciclo, quando si forma il corpo luteo), il seno si ingrossa e il capezzolo si scurisce, aumenta lo stimolo di andare in bagno, fenomeni di stitichezza, vere e proprie perdite vaginali. C'è poi chi racconta anche miracoli estetici in seguito all'arrivo di una gravidanza: come improvviso miglioramento dell'acne, capelli che da grassi tendono a normalizzarsi. Miracolo della vita e della pelle! E voi care mamme, chissà quanti episodi avete da raccontarci...
...continua
Il parto dal travaglio all’espulsione del feto Il parto dal travaglio all’espulsione del feto
il 13 Giugno 2008, Di mammenellarete
Cosa avviene esattamente durante il parto, quale sono tutte le fasi del momento culmine della gravidanza? L'esperta Antonella Spagnuolo così ci ha spiegato il fenomeno.

Il travaglio di parto è l’insieme di fenomeni dinamici e meccanici, il cui fine è quello di far fuoriuscire il feto ed i suoi annessi dalla cavità uterina materna.
Tre sono le variabili importanti:
contrazioni uterine
canale del parto (pelvi e parti molli)
feto
...continua
Oggi ho sentito questo. Oggi ho sentito questo.
il 12 Giugno 2008, Di mammenellarete
redattrice self-service
Stamattina nell'autobus 87 salgono una coppia di quarantenni con una bambina di 7/8 anni ca. con la maglietta e le scarpette gialle.Il forte accento romagnolo non permette di confondersi sulle loro origini, stanno andando allo zoo. A un certo punto la bambina molto vivace e intelligente che parla come una piccola adulta inizia a esaltare la comodità dei mezzi pubblici con tutti i suoi sedili e appigli per i passeggeri. Poi passa ad esaltare la città di Roma, e continua con una riflessione che a me è parsa molto divertente : “perchè sai mamma uno dei temi che danno sempre a scuola e – racconta le tue vacanze - quindi devo guardare tutto bene” che dimostra quando oramai anche i nostri bambini conoscono le tematiche misteriose dei loro insegnanti. Mentre scendo dall'autobus sento la risposta della mamma a questa osservazione : “Allora tu sciverai una delle mie vacanze è stata a Roma...”.
...continua
Mamme in libertà, a patto che facciano shopping! Mamme in libertà, a patto che facciano shopping!
il 11 Giugno 2008, Di mammenellarete
E' un' iniziativa interessante per l'estate. Ad adottarla è stato il Comune di Quarrata, in provincia di Pistoia, già distintosi per iniziative sempre più apprezzate tra gli utenti. La notizia è su Il Tirreno. Marta Gradi, presidente di una assoziazione cittadina abbastanza giovane, presenta questa inizativa con entusiasmo, anche perchè è una mamma di 34 anni: «Durante questa stagione scolastica abbiamo svolto attività di sostegno per gli studenti. Tante mamme ci hanno chiesto se intendevamo proporre qualcosa anche in vista dell’estate, e il loro stimolo ci ha convinti. Dalle parole di molti genitori è emersa l’esigenza di un posto dove lasciare il figlio per qualche ora, in alcune giornate, senza dover pagare una retta mensile, e in orari più prolungati rispetto a quelli che offrono gli altri laboratori estivi". E' nata così l'iniziativa "Mamme in libertà", che costa dai 5 ai 7 euro al giorno e che libera per qualche ora le mamme dai piccini. I bambini se ne stanno con le educatrici a giocare allegramente nella nel parco della villa storica messo a disposizione da un benevolo proprietario. E se in quel giorno la mamma fa shopping in una delle venti attività convenzionate del centro, non paga la sua banca tempo! Strepitoso o mostruoso! Un passo in più verso il consumismo alla Beverly Hills o una nuova e valida alternativa ai Gormiti? Fateci sapere la vostra...
...continua
Aiuto! C’è un superpapà sul tetto! Aiuto! C’è un superpapà sul tetto!
il 10 Giugno 2008, Di mammenellarete
Londra accade ancora: i papà supereroi sono stati nuovamente avvistati sui tetti della città. Stavolta è stato il turno della casa del leader dei laburisti. Travestiti da supereroi e con la loro bandiera: "Un padre è per la vita, non solo per il concepimento", i padri separati lottano travestiti da Superman o da Flash per ottenere la parità di trattamento nella custodia dei propri figli. "Fathers for justice" è il nome della loro associazione e forse molte di voi ricordano il papà-Batman che si arrampicoò sul tetto di Buckingham Palace anni fa. Sono sempre loro, e non smetto di vestire i panni dei supereroi per i loro bambini!
...continua
Come deteminare la presenza di anomalie cromosomiche Come deteminare la presenza di anomalie cromosomiche
il 06 Giugno 2008, Di mammenellarete
Grazie alla dottoressa Antonella Spagnuolo, abbiamo elencato una serie di markers per determinare la presenza di anomalie genetiche. Continuiamo a scoprire, grazie al suo contributo, come prevedere questo tipo di malformazioni.
Abbiamo visto come, per scoprire eventuali anomalie fetali, prima di procedere con esami più invasivi quali la amniocentesi o la villocentesi, esiste la possibilità di analizzare alcuni marker ecografici e biochimici che permettono di selezionare, con efficacia e precocemente la popolazione a maggior rischio, alla quale offrire la possibilità di accertamenti. Ecco alcuni dei Marker di riferimento:
...continua
Sole sulla FAO Sole sulla FAO
il 04 Giugno 2008, Di mammenellarete
redattrice self-service
Io che sono critica verso chi parla di cose non attuali (film, libri usciti non quest’anno), mi trovo a parlare di un libro uscito l’anno scorso che sto leggendo in questi giorni. “Mille splendidi soli” di Hosseini Khaled, che tratta di argomenti universali e uguali in maniera diversa in tutto il mondo purtroppo: la violenza e la sottomissione delle donne al volere degli uomini. Il romanzo infatti ti catapulta in un vortice di violenze che ti spezza il fiato e che non ti fa staccare dalla pagina, e quando lo fai hai paura anche tu di vivere in un mondo in cui tu donna non hai il diritto di andare in giro da sola, e di essere seduta sull’autobus che ti porta al lavoro, anzi non hai diritto come donna neanche a un lavoro! Oltre a questo ti fa conoscere la storia dell’ Afghanistan dove è ambientato, la discesa del paese verso un impoverimento continuo e sempre più degradante, nonostante il cambio di governo, di poteri, un imbarbarimento che non si ferma: dal re, passando per i sovietici, fino ai talebani, sempre peggio, sempre peggio. I campi profughi, le famiglie costrette a mandare i loro figli a fare gli accattoni perché non possono mantenerli, o negli orfanotrofi, ogni pagina apre un’ inferno di ricordi, di botte, di violenze; leggi e vorresti chiudere gli occhi come al cinema, o rileggi più volte perché ti sembra di non aver capito bene la prima volta che hai letto la frase tanto che è forte quello che ti dice. Ti senti fortunato a vivere nel tuo paese, anche ora, anche con le difficoltà della quarta settimana, rispetto a tutto quello che leggi.
...continua