Storie

Incinta dopo 11 anni: ma mio marito aveva già un'altra donna

Di mammenellarete
donnasolitudine

08 Maggio 2017
Abbiamo provato a cercare un figlio per un paio di anni senza riuscirci. Decido (io) di seguire purtroppo la fecondazione assistita e qui, forse, ho iniziato a perdere i pezzi per strada (mio marito). Ho esagerato. Pur di avere questo figlio ne ho fatte 3 in un anno con conseguenti dosi di ormoni massicce. Poi un tumore all'utero, l'operazione, il ciclo che non torna e le beta positive... sono incinta! Mio marito però, aveva già un'altra donna da un po'...

Facebook Twitter Google Plus More

Mi sono sposata a 25 anni con l'amore della mia vita e dopo un paio di anni abbiamo cercato di allargare la famiglia, senza riuscirci.

 

Ho cercato rifugio nel lavoro con meravigliose soddisfazioni però c'era sempre quella mancanza. Un chiodo fisso che cercavo di mettere a tacere. E' difficile descrivere un desiderio così intenso.

Decido (io) di seguire purtroppo la fecondazione assistita e qui, forse, ho iniziato a perdere i pezzi per strada (mio marito).

 

La fecondazione assistita è una procedura invasiva nel corpo e nella mente, anche per tutte le analisi precedenti, che ti assorbono totalmente. Ed io ci ho messo tutta la testa che ho. Ho esagerato. E pur di avere questo figlio ne ho fatte 3 in un anno con conseguenti dosi di ormoni massicce.

Sono uscita di testa, lo ammetto, non era più un obiettivo o uno scopo, ma dovevo riuscirci e basta, iniziando a perdere di vista la coppia .

 

Dopo un anno tutta la m**** di ormoni che avevo preso mi ha regalato un bel tumore all'utero. Operazione e il mese dopo ero pronta ad affrontare l'ennesima fecondazione. Ma non arrivava il ciclo, ero in ansia. Dovevano arrivare, altrimenti avrei dovuto aspettare altri 3 mesi (c'è una fila lunghissima per chi non lo sapesse per le fecondazioni). La mia specialista mi chiede di fare le beta e io, scettica, le faccio.

 

Vedendo il risultato svengo, ma davvero! Ero incinta.

 

Ho vissuto nel limbo una settimana, poi sono esplosa di gioia. Dopo 11 anni avevo avverato il mio sogno, ma era solo mio. Allora non sapevo che era solo mio.

 

Quando l'ho detto a mio marito ero talmente felice che non ho visto la delusione sui suoi occhi alla notizia. Sì, è stato presente a tutte le visite, ma come posso dire? Era distratto. Solo col tempo e con il senno del poi ho capito.

 

Il travaglio l'ho vissuto sola. No, anzi, c'era il mio cane con me. Mio marito dormiva sul divano mentre io avevo le contrazioni dalla notte e lui non aveva riposato.

 

Nasce un bel bambino, l'amore della mia vita, ma la nostra famiglia non dura molto. Solo 20 mesi e poi lui se ne va.

Ho scoperto dopo che aveva un'altra già da prima di concepirlo, ma questo l'ho scoperto solo un anno dopo che se n'era andato. Ed io nel frattempo mi sono data tutte le colpe del mondo...

Ero morta di sonno, ingrassata, mi curavo poco o niente anche nell'abbigliamento, ma la casa e il bambino erano perfetti. Non è bastato.

 

Sono dimagrita 20 kg in sei mesi e ancora non so come ne sono uscita. Forse grazie alla amore di mio figlio. Forse perché ho più forza di quella che penso o forse perché ho incontrato una persona che mi ama davvero. Fatto sta che l'ho superata e mi rendo conto che devo perdonare me stessa di aver pensato di non essere abbastanza. Perché lo ero, ma non per mio marito, che oltretutto per un certo periodo ha anche pensato di farmi passare per pazza.

 

Ora sono serena e felice. 

di mamma Alessia

 

(storia arrivata come messaggio privato sulla nostra pagina Facebook)

 

Io italiana, lui marocchino, l'amore non conosce differenze della pelle

LE ULTIME STORIE