Storia adozione

SELEZIONA:
adozione
storie
La mia storia di figlia adottiva e futura madre naturale
Ricordo ancora quando ero piccola e chiesi a mia madre cosa provò quando nacqui.
Era uno di quei questionari stupidi che davano ai bambini per i genitori all'asilo. Mia madre non si scompose, anche se aveva già detto a tutti all'asilo che sebbene fossi solo di poco più scura di loro, non ero loro, ma venivo da lontano. Questo però non conta, quello che davvero conta è la risposta che mi diede: una favola. La cosa migliore per i bambini, ma anche per raccontare una nascita diversa e un divenire genitori diverso ed egualmente speciale: "Sai, tanto tempo fa c'erano due genitori che scrissero una lettera alla cicogna chiedendogli un bambino da amare e crescere. La cicogna, nonostante le molte lettere che le inviarono, non riuscii mai a trovarli. I due genitori erano tanto tristi perché sentivano la loro vita vuota senza un bambino, cosi decisero di scrivere un’ ultima lettera alla cicogna chiedendole di dirle dove potevano trovarla per avere anche loro un figlio. Allora la cicogna scrisse loro che in un Paese molto lontano c'era una bambina piccola e tanto sola, di cui non era riuscita a trovare la mamma e che se loro avessero voluto potevano andarla a prendere. Cosi i due genitori presero un aereo e raggiunsero la piccola riportandola con loro e avendo finalmente anche loro un figlio d'amare"
Con questa storia loro mi spiegarono il desiderio di essere genitori, qualcosa che non accade per errore, ma che ti brucia dentro anche quando la natura ti nega tale desiderio.
Alcuni anni dopo decisero di prendere una seconda bambina

Codice Sconto