storie del parto

Storia del mio cesareo d'urgenza: mi sento una mamma a metà

Di mammenellarete
mamma-allattamento

28 Gennaio 2014
Ciao leggo sempre le belle storie che pubblicate e vorrei raccontarvi la mia.
Io ho una storia semplice, quasi banale...
Io e mio marito ci siamo conosciuti da bambini, eravamo vicini di casa. Poi con l'adolescenza è diventato il mio migliore amico, finché all'età di 16 anni ci siamo fidanzati...
Dopo 10 anni ci siamo sposati, dopo un anno e mezzo di matrimonio abbiamo

Facebook Twitter Google Plus More

deciso di avere un bambino...

Sono rimasta incinta subito la prima volta che abbiamo provato... il 4 agosto 2012 ho fatto il test senza aspettare il ritardo. INCINTA! Che felicità!

Una gravidanza bellissima, ridevo sempre, per qualunque motivo.

La data presunta era il 10 aprile, mai avrei pensato di partorire alla 40 settimana, e invece il 10 aprile alle 22 si irrompono le acque...

Dopo 14 ore di travaglio ero stremata: non mi dilatavo, mi hanno fatto l'epidurale ma niente. Alla fine decidono di mettermi l'ossitocina nella flebo...

Appena il farmaco è andato in circolo i battiti del mio piccolo sono crollati, sono entrata nel panico, cesareo d'urgenza...

L'ultima cosa che ricordo è l'anestesista che dice alla ginecologa: "Dottoressa, l'addormento o questa va in crisi respiratoria" e mi sono risvegliata senza il mio bambino e senza mio marito nel corridoio...

Ci tenevo tanto a partorire naturalmente, ma la cosa che mi dispiace di più è stata l'essermi persa il primo pianto di mio figlio...

L'ho visto dopo sei ore, perché era in neonatologia in osservazione.

Per i primi tempi mi sono sentita una mamma a metà, per fortuna sono riuscita ad allattarlo al seno... ma non mi perdonerò. Mai di non avere avuto abbastanza presenza di spirito per vedere nascere mio figlio Alessandro l'11 aprile 2013...

di Concetta

(storia arrivata sulla nostra pagina Facebook come messaggio privato)

Vuoi scrivere un messaggio a questa mamma? Lascia un commento in fondo alla pagina

Ti potrebbe interessare:

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

LE ULTIME STORIE

Codice Sconto

Codice Sconto