Il settimo mese di gravidanza

settimo-mese-di-gravidanza-400
Il settimo mese di gravidanza
il 22 Novembre 2009, di mammenellarete

Con il settimo mese comincia ilterzo trimestre della gravidanza che porterà la mamma ad abbracciare prestissimo il suo bambino.
Questo è il periodo in cui le contrazioni di Braxton-Hicks si faranno maggiormente sentire e preparano il corpo al travaglio.
L’addome è duro e i seni aumenteranno di circa un terzo rispetto alle dimensioni normali. L’utero continua a salire e fare pressione sulla vescica, causando un respiro affannoso.

Nel corso del settimo mese la madre ha bisogno di acquisire calorie extra, circa 300-350 in più al giorno, ma attenzione a quello che si consuma.

 

Cosa succede al bambino nel corso del settimo mese?


  • Il suo viso assume i tratti definitivi che avrà al momento della nascita;
  • Grazie alla placenta riceverà gli anticorpi dalla sua mamma;
  • Aumenta il grasso della cute e si sviluppano le ciglia;
  • Gli organi genitali, nei maschi, si posizionano nella loro sede;
  • Il suo midollo osseo comincia a produrre globuli rossi;
  • Il piccolo comincerà a muoversi un po’ di meno per via dello spazio ristretto;
  • Il suo peso, alla fine del settimo mese, sarà di circa un chilo e mezzo e la mamma potrà distinguere, dai suoi movimenti, se dorme oppure è sveglio;
  • La sua pelle è raggrinzita per via del suo galleggiare nel liquido amniotico e rimarrà così fino a qualche settimana dopo dalla nascita.

La mamma potrebbe avere alcuni disturbi tipici inquesta fase della gravidanza e trovare faticosi i piccoli gesti come  allacciarsi le scarpe.

Continua a monitorare la tua gravidanza:

L'ottavo mese di gravidanzaChe tipo di parto scegliere

Foto: Flickr

22 Novembre 2009
Non ci sono ancora commenti!
Cosa ne pensi? Scrivi un commento
Nome (minimo 6 caratteri) *
Email *
Inserisci il codice *
Commento (massimo 1000 caratteri) *
IL VIDEO CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
LE ULTIME STORIE
"Lei ha troppo liquido amniotico": storia di una gravidanza difficile. Giorgia è salva per miracolo
Alla ventesima settimana di 
gravidanza, il dottore mi disse che avevo troppo liquido amniotico. Lo chiamò poliidramnios. Mi dissero che dovevo stare a riposo assoluto. Giunta alla 37esima settimana, ebbi dolori fortissimi e mi ricoverarono. Il mio parto fu travagliato e difficile: si verificò un prolasso del cordone e i medici dovettero portarmi in sala operatoria. Ma per fortuna e "per miracolo" mia figlia si è salvata. Con il mio racconto vorrei dare una speranza a chi sta vivendo quello che ho vissuto io. 
TUTTI I VIDEO
iscriviti alle
newsletter
di nostrofiglio.it
Ricevi le news della settimana!
EDITORIALE
Gli ultimi articoli,
i video e le storie
GRAVIDANZA
Info utili e consigli
per le future mamme
NEONATO
Tutto sulla crescita
del bambino,
da 0 a 12 mesi
• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.it
• ulteriori offerte della casa editrice G+J/M •
© Gruner+Jahr/Mondadori S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
Condizioni di utilizzo | Privacy | Cookie policy | Chi siamo | Pubblicità | Crediti
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.