Nostrofiglio.it Family Network


 

< torna a Nostrofiglio.it

Perdite in gravidanza

Perdite bianche in gravidanza

Perdite bianche in gravidanza

Durante la gravidanza, specialmente durante i primi tre mesi di gestazione, possono verificarsi perdite biancastre, chiamate leucorrea.
È importante riconoscerle per capire quando preoccuparsi.

Durante la gravidanza ogni donna può andare incontro a perdite bianche, da considerarsi del tutto normali, soprattutto nei primi tre mesi.
Sono dovute a un cambiamento nella produzione degli estrogeni che aumentano con lo stato interessante e provocano questo fenomeno.

Sono le stesse perdite che si avvertivano prima della gravidanza, ma la quantità aumenta e molte volte è necessario mettere un salvaslip per contenerle.

Le cause che provocano le perdite bianche sono:

  • maggiore produzione estrogeni;
  • maggiore afflusso di sangue ai genitali;
  • congestione della mucosa vaginale.

La consistenza è abbastanza densa e inodore e le secrezioni provengono dalla cervice o dalla vagina: sarebbero delle vecchie cellule della pareti vaginali e flora batterica vaginale.
Con il passare del tempo le perdite bianche potrebbero aumentare, soprattutto in prossimità del travaglio.
Bisogna allarmarsi e chiedere il consulto del medico quando:

  • le perdite perdono la loro consistenza densa e diventano più acquose;
  • le perdite aumentano in modo visibile;
  • se si è alla 37esima settimana di gravidanza e le perdite sono aumentate sensibilmente;
  • se le perdite sono eccessive, inodori ma accompagnate da bruciore e prurito vaginale (potrebbe essere in corso un’infezione).

Quando si avvicina il periodo del travaglio, la cervice subisce delle trasformazioni: si dilata, si assottiglia e le perdite bianche aumentano. Se queste diventano molto meno dense allora è possibile che ci si trovi di fronte ad un travaglio anticipato.

 

Le perdite bianche sono fisiologiche, come già detto, nei primi mesi e non vi sono rimedi per evitarle, piuttosto è bene curare molto l’igiene intima per evitare di contrarre infezioni e far si che quelle perdite aumentino solo perchè sono il segnale di un’infezione vaginale in corso o in via di sviluppo. Ci si può accorgere di avere un’infezione anche quando le secrezioni diventano maleodoranti ed assumono una colorazione diversa dal trasparente, ad esempio sul giallastro o grigio.

Per migliorare l’igiene intima in gravidanza, è consigliabile:

  • lavarsi frequentemente (non in modo eccessivo, ovviamente, perché anche alcuni batteri presenti possono servire all’equilibrio della zona vaginale), usando detergenti con PH acido e ad azione antibatterica
  • utilizzare degli slip di cotone: sono molto più igienici perché il cotone favorisce la traspirazione
  • utilizzare delle salviettine detergenti per l’igiene intima se si è fuori casa
  • seguire una dieta equilibrata per rafforzare il sistema immunitario

 

Ti potrebbero interessare anche…

Foto: Flickr

15 Commenti

  • eleonora 9 gennaio 2010

    ciao anchio ho molte perdite bianche piu tosto dense ma ormai ci siamo dovrei partorire il 10 febbraio un bellissimo maschietto che si chiamera Daniel . cosa puo significare ? potrei partorire prima del previsto? rispondetemi grazie ciao ely

  • Sere_89 22 febbraio 2010

    Ciao sono alla 33 settimana di gravidanza e ho delle perdite biache seguite da mal di pancia come se avessi il ciclo.Cosa vuol dire?? Mi devo preoccupare??

  • alby 28 novembre 2010

    ciao sn nuova ho delle perdite bianche dense crampi a volte alla pancia e ogni tanto senso di vomito.ho avuto il ciclo il 9 novem e ho avuto dei rapporti nn protetti completi cn il mio raga il 20 novembre il mio ciclo e di 25/26 gg e quindi ero nei giorni di ovulazione potrei essere incinta?asp 1 risposta grazie anticipatamente…

  • elisa 20 dicembre 2010

    Salve avrei bisogno di sapere una cosa importante. Prendo la pillola da più di 5 anni senza aver effettuato alcuna sosta. Sono stata sottoposta ad un periodo di forte stress e il fatto di aver avuto un solo giorno di ciclo non mi ha inizialmente preoccupata perchè pensavo fosse riconducibile a questo. Contestualmente ho dovuto fare una cura di ciproxin per una sospetta cistite (non confermata poi da un’urinocultura). dopo questi episodi ho deciso di sospendere la pillola per un pò (diciamo una sorta di disintossicazione) e a parte il ciclo di un giorno, sto avvertendo dolori al basso ventre e alla cervice come se stesse per arrivarmi il ciclo ma ciò non è probabile considerato che dovrebbero ancora passare 10 giorni abbondanti e ogni tanto mi rendo conto di avere delle perdite trasparenti( a luglio ho fatto un pap test che è risultato negativo e non ho avuto rapporti se non col mio partner). So di aver fatto un polpettone ma riesce a dirmi qualcosa mettendo insieme tutte queste cose? Sono un pò preoccupata perchè leggevo del tumore alla cervice e sembra che dia disturbi simili a quelli che sto avendo ultimamente. La ringrazio già in anticipo….

  • vivi 9 marzo 2011

    ciao sono alla decima settimana e ultimamente trovo delle macchie dense bianche sono stata una settimana fa dal mio gine e ha detto di nn preoccuparmi ma da due giorni le macchie sono aumentate sono bianchissime e inodore sono alla prima gravidanza e nn so che fare rispondetemi grazie

  • anna 26 giugno 2011

    ciao a tutte avrei bisogno di un consiglio, ho abbastanza perdite bianche in realtà non mi ricordo il mio ultimo giorno di ciclo ma dovrebbe essere verso il 20 maggio se non prima, ho rapporti non protetti da circa sei mesi e ho sempre mal di testa e negli ultimi giorni problemi di nausea ogni tanto il seno è un po indolenzito… potrei essere incinta?

  • mammenellarete 27 giugno 2011

    Sì, protresti essere incinta, il miglior modo per saperlo è un test!

  • alina 21 luglio 2011

    ciao ragazze, sono al 8 mese di gravidanza ed anche io ho perdite ma nn mi preoccupo.
    Perdite vaginaliEntro certi limiti, quello delle perdite vaginali è un fenomeno fisiologico, specie in alcuni periodi della vita. Sia ben chiaro, innanzitutto, che la mucosa vaginale è di per sé priva di ghiandole, motivo per cui quelle secrezioni che comunemente chiamiamo “perdite” sono in realtà rappresentate soprattutto dal secreto della cervice uterina. Questa regione dell’utero è particolarmente sensibile alle variazioni ormonali, a cui risponde adattando la composizione del proprio secreto, importante – tra l’altro – per mantenere un’ottimale lubrificazione e pulizia della vagina.

    Al momento dell’ovulazione, le perdite vaginali – oltre a farsi più abbondanti – diventano più alcaline ed acquose, e diminuiscono la propria viscosità per facilitare l’eventuale passaggio degli spermatozoi e la fecondazione della cellula uovo. Dal punto di vista strutturale, infatti, il muco cervicale appare come una struttura microfilamentosa intessuta a rete; durante le varie fasi del ciclo mestruale, le maglie di questa rete si stringono (consistenza viscosa) e si allargano (consistenza acquosa), per ostacolare o facilitare rispettivamente la risalita degli spermatozoi verso la cavità uterina e le tube (sede dove avviene normalmente la fecondazione). Oltre a diventare più lasso, nella fase ovulatoria il muco cervicale si fa più alcalino, allo scopo di neutralizzare la tipica acidità del canale vaginale e aumentare le possibilità di sopravvivenza degli spermatozoi.

    Perdite vaginali fisiologiche appaiono bianche, trasparenti e filamentose, di odore non sgradevole e dissociate da pruriti, bruciori o irritazioni. Come già ricordato, tali perdite si possono registrare al momento dell’ovulazione (a metà circa del ciclo mestruale), ma anche in coincidenza di eccitamento sessuale, assunzione di contraccettivi orali, gravidanza e talvolta nei mesi che precedono il menarca (comparsa della prima mestruazione).

    Perdite vaginali di natura patologica tendono invece ad assumere caratteristiche diverse, come ad esempio:

    perdite giallognole e cremose (infezione gonoccocica);

    perdite vaginali schiumose e di color verde-giallo, associate a pruriti ed irritazioni (Trichomonas);

    perdite bianche, grigiastre, schiumose, di odore fetido specialmente dopo i rapporti sessuali o l’igiene intima (vaginosi batterica, Gardnerella vaginalis);

    perdite vaginali modeste ben aderenti alle pareti, associate a pruriti e bruciori intensi, bianche e di consistenza caseosa, simile ad un “formaggio a pasta molle” (Candidosi);

    perdite vaginali muco-purulente, associate a dolori durante i rapporti sessuali (Clamydia, Ureaplasma urealyticum).

    Molte di queste condizioni sono tipicamente associate a malattie sessualmente trasmissibili ed accompagnate a disagi dell’urinare (disuria). Oltre a rapporti sessuali promiscui e non protetti, un importante fattore di rischio è dato dall’eccessiva o insufficiente igiene intima, che altera la normale flora vaginale e predispone all’infezione.

    Cause che comportano un’alterazione delle perdite vaginali
    •Vaginosi batterica
    •Cancro cervicale
    •Cervicite
    •Chlamydia
    •Herpes genitale
    •Verruche genitali
    •Gonorrea
    •Infezione da HPV (papilloma virus umano)
    •Malattia infiammatoria pelvica (PID)
    •Fistola retto-vaginale
    •Malattie sessualmente trasmesse
    •Atrofia vaginale
    •Cancro vaginale
    •Vaginite
    •Candidosi

    Perdite vaginali con tracce di sangue al di fuori del periodo mestruale devono sempre costituire un campanello d’allarme ed un invito ad un’immediata consulenza ginecologica; possono infatti essere sintomo di un tumore uterino o di altre condizioni (ad esempio polipi uterini o malattia infiammatoria pelvica).

    Alterazioni in difetto delle perdite vaginali sono tipiche della menopausa, come conseguenza del calo degli estrogeni che accompagna questo periodo della vita. Una ridotta produzione di muco priva la vagina della sua naturale lubrificazione e può predisporre ad infezioni e dolori durante i rapporti sessuali.

  • ilaria 23 settembre 2013

    Ciao sn una ragazza di 17anni finiti sn insieme al mio ragazzo 8anni pii grande di me da 2 anni e abbiamo provato ad avere un bambino il mio ultimo ciclo e stato il 31 poi ho avuto rapporti il 5 mi era finit il ciclo l 11 il 16 ed altri giorni tutte le volte mi e venuto dentro volontariamente adesso dovrebbero venirmi tra 8 giorni e gia da parekki giorni ho il seno ke mi fa male piu del solito e con molto anticipo la temperatura a 36.8 36.9 fino a 37.1 e x la prima volta ho dell perdite bianche cremose nn puzzano ah a volte mi prude il seno potrei essere incinta?? Se qualcuno puo dirmelo vi prego xke non so a ki chidere nn avendo un ginecologo grazie

  • jada86 30 ottobre 2013

    ciao a tutti sono nuova è la prima volta che scrivo a un forum,vi spiego la mia situazione: ho 27 anni cerco un figlio da circa 2 anni ma ancora niente ho fatto mille visite e tutti mi hanno detto che non ho nessun problema bho!!! ora questo mese mi sento piu strana del solito l’ultimo ciclo mi è venuto il 5/09 durato solo 2 giorni con forti dolori e flusso lieve da salva slip,ora le aspetto x giorno 1/10 ma da 4 giorni circa ho i dolori da ciclo e tante perdite bianche un mal di testa allucinante e tanto sonno,premetto e i dolori da ciclo mi sono sempre arrivati un attimo prima che il flusso mi scendeva…sono confusa non vorrei illudermi ma posso essere in cinta??? vi prego risp grazie

  • Jenny 16 novembre 2013

    Ciao, secondo voi da un normale controllo ginecologico è possibile che non si sia vista una gravidanza che avrebbe potuto essere al massimo alla quarta settimana? Mi spiego meglio ho fatto un controllo di routin dal gine ho fatto eco interna per controllare le ovaie e aspettavo il ciclo quel giorno stesso… è passata una sett e il ciclo ancora non è arrivato potrebbe essere che dal eco non si vedesse perché troppo presto? grazie…

  • denise 12 dicembre 2013

    Ciao ragazze! Ho vent’anni e spero a breve di rimanere incinta.. ho smesso la pillola il 23/11, giorno in cui mi é arrivato il ciclo… ho avuto un rapporto completo l’8\12 esattamente 15 giorni dopo il primi giorno di ciclo… nonostante l’interruzione della pillola sembrava proprio che stessi ovulando… cmq siaoggi , 4 po, ho qualche crampo leggero, sono stanca e debole e sembra che i capezzoli stiano diventando diventando piu scuri,ho perdite bianche dense ma non appiccicose e per curiosita( anche se potrebbe non avere senso) ieri avevo 37.3 tb e oggi 37.1 tb… spero sia la cicognina :) che dite? Qualcuna ha avuto le stesse perplessita? Baciiii

  • irma 26 febbraio 2014

    ciao a tutti sono nella 29esima settimana e ho perdite bianche c’é da preoccuparsi?

  • federica 16 marzo 2014

    Buongiorno dottoressa !!!!!! Ho fatto l amore con il mio ragazzo a rischio sensa protezioni lui mi è venuto dentro un po di volte …. io ho il ciclo irregolare .. ma negli mesi mi ritardata solo di 1 settimana e di qualche giorno 2 o 3 giorni …. ora sono 9 giorni ke ho il ritardo .. ho delle perdite bianche e a volte trasparenti da circa di 1 mesetto … qualche volta mi gira la testa…. mi sento troppo gonfia … non so mi dica lei … sono rimasta incinta ? A un altra cosa 5 o 6 giorni fa mi sono avevo fatto pipi poi mi sono pulita e ho visto sulla carte tipo una macchietta di sangue … poi basta … posso essere rimasta incinta????

  • Veronica 15 giugno 2014

    Ciao a tt sono nuova …. Vorrei esporvi il mio dubbio che ormaie da un po che nn riesco più a farne a meno di pensarci ultime rosse 14 maggio iniziato monitoraggio con esito ovulato il 27 maggio maratone 26-27-28-29 Dopo un paio di giorni macchie marroni che le ho portate per 9 giorni poi al 13 po avevo uno stik ovulatorio clearblue e mi è’ uscita la faccina e dopo un giorno perdite ematiche trasparenti per due giorni a oggi 15 -06 niente ciclo …. Sintomi gonfiore qualche fitta qua e la alle ovaie nn so che pensare aspetto con ansia una vostra risposta grazie

Scrivi un commento

Inserisci un indirizzo e-mail valido. L'indirizzo non sarà visualizzato sul sito.
Salva il commento

Ti potrebbe interessare anche...

  • Le infezioni vaginali in gravidanza Durante la gravidanza si può riscontrare un consistente aumento delle perdite vaginali, che possono essere di consistenza acquosa (idrorrea) o più dense, bianche e inodori (leucorrea), […]
  • Le perdite di sangue in gravidanza, quando allarmarsi Imparare a riconoscere l'entità delle perdite di sangue in gravidanza, soprattutto nelle prime settimane di gravidanza, aiuta a escludere una minaccia d’aborto. Quando si aspetta un […]
  • Perdite e gravidanza: l’assorbente giusto per ogni momento               Durante la gravidanza, dal primo all'ultimo mese, è probabile che avrete perdite derivanti dall' aumento delle […]
  • Le perdite da impianto e i segnali di una gravidanza Quando il concepimento è avvenuto, capita spesso che delle lievi perdite ematiche si presentino prima del regolare ciclo mestruale. Questo ritarda la scoperta dell'effettiva gravidanza […]
  • La candida in gravidanza La candida è causata dal fungo candida albicans, che è normalmente presente nell'organismo ma che in condizioni date da terapie antibiotiche, contraccettivi orali o gravidanze rischia […]
ARCHIVIO Calendario
luglio: 2014
L M M G V S D
« giu    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031