Storie del parto

Sono una FELICE mamma di quattro bambine

Di mammenellarete
quattrobimbe

03 Agosto 2017
Ho quattro bimbe splendide bambine. L'ultimo parto è stato gemellare. Immaginate che sorpresa quando l'ho saputo! Io e mio marito eravamo felicissimi fin da subito, poiché abbiamo sempre desiderato una famiglia numerosa. Scrivo la mia storia per raccontarvi i miei parti.

Facebook Twitter Google Plus More

Nella primavera del 2008 scoprii di essere finalmente incinta della mia prima bimba. Questo avvenne dopo alcuni mesi di ricerca di una gravidanza in seguito ad un aborto spontaneo avvenuto l'anno prima. Ero felicissima e la data presunta del parto era il 2 gennaio 2009.

 

Dopo un periodo iniziale un po' travagliato in cui sembrava avessi contratto il citomegalovirus nelle prime settimane di gravidanza, i medici mi dissero che per fortuna era successo prima del concepimento e la gravidanza andò avanti tranquillamente.

 

Arrivata a 39 settimane, avevo preso una decina di chili. La sera di Santo Stefano trovai un po' di sangue sulla carta igienica ed iniziai ad avere qualche doloretto alla schiena, simile si dolori mestruali. Non erano forti, ma comunque mi tennero sveglia tutta la notte con l'orologio in mano per tenere la frequenza.

 

La mattina dopo chiamai in ospedale e, dopo aver spiegato la situazione, mi dissero di fare un salto a farmi vedere. Alle 10 del mattino ero di 2 centimetri, per cui mi suggerirono di andare a casa e di tornare quando i dolori fossero stati più vicini e più intensi.

 

Verso le 15.30 decidemmo di tornare ed arrivammo verso le 16. Aspettai 20 minuti in sala d'attesa, tra una contrazione e l'altra, e al momento in cui finalmente mi chiamarono per la visita, ruppi le acque davanti alla dottoressa! Erano le 16.21 ed ero dilatata di circa 4 centimetri.

 

Alle 17 entrai in sala travaglio vestita e mi attaccarono il monitoraggio. Stare sdraiata non era affatto semplice, i dolori iniziavano ad essere piuttosto forti e, in meno di una mezz'ora, sentii il bisogno di spingere.

 

Il mio compagno mi tolse velocemente i vestiti, mentre l'ostetrica staccava i sensori e mi montava il letto sotto la schiena. Qualche spinta e, alle 17.54 nacque Emma! 3 chili e 810 grammi per 52 centimetri e una testa piena di capelli! Fu un'esperienza magica e meravigliosa, che ricordo con tanta nostalgia.

 

Alla fine del 2011 rimasi nuovamente incinta. Era da gennaio che cercavamo di dare un fratellino/sorellina a Emma ed eravamo molto felici! La ginecologa mi fece mettere immediatamente a dieta e nei primi sei mesi persi 3 chili invece di prenderli! 

 

Questa volta la data presunta del parto era in piena estate, il giorno di ferragosto. Il 12 feci l'ultima visita, ma tutto era fermo e immobile, nessun cenno di travaglio, per cui partimmo per un paio di giorni in collina.

 

La mattina dopo mi svegliai e persi il tappo! Ripartimmo e passammo il pomeriggio al fresco in un parco, io con un po' di malessere, ma senza nessun dolore. Rientrammo a casa e dopo cena, alle 21.40, ruppi le acque!

 

Tempo di far venire i nonni a tenere la sorellina e arrivammo in ospedale alle 22.30. Ma tutto era ancora chiuso e fermo! Mi ricoverarono, mi misero la camicia da notte ed entrai in sala travaglio per il monitoraggio, che doveva durare poco. Purtroppo si scoprii che il macchinario era rotto. Dunque tutto durò più del previsto. Nel frattempo molto lentamente iniziai ad avere qualche contrazione, che si fece più forte verso l'una di notte.

 

Secondo i medici il mio sarebbe stato un parto molto lungo, ipotizzavano anche 12 ore, ma subito sentii bisogno di spingere e alle 2.15 del 14 agosto, nacque Diana! Una pelatona di 3 chili e 630 grammi per 50 centimetri! Devo dire che fu un parto più lungo e doloroso del primo.

 

Fui ricucita dopo, mentre la mia bimba era tra le braccia dell'infermiera. Ma anche questa volta un ricordo dolce e indimenticabile! Nel 2013 ci mettemmo alla ricerca del terzo bimbo. Abbiamo sempre desiderato una famiglia numerosa. In occasione del secondo compleanno della nostra seconda bimba, il test risultò positivo! Rispetto alle altre due gravidanze mi sentii subito molto più stanca, ma in fondo avevo due bimbe di 4 e 2 anni e io di anni ne avevo 37.

 

L'11 ottobre mi sottoposi alla prima ecografia, ormai a 12 settimane, ma mi feci seguire dal consultorio secondo la prassi. Non vi dico la sorpresa quando la dottoressa mi annunciò che erano due! Con un po' di rammarico mi disse anche che probabilmente si trattava di due femmine, ma per noi non c'erano problemi, eravamo strafelici della notizia!

 

Lei si stupì molto della mia reazione e mi disse una frase che non scorderò mai: "Ci sono persone che qua piangono per molto meno!". Comunque, nonostante la mia preoccupazione per tutte le storie che avevo sentito sulle gravidanze gemellari, la mia andò avanti a gonfie vele fino al termine e mi fissarono il cesareo per la settimana numero 39. Io ero stanchissima e dolorante, ormai da due/ tre mesi stavo il meno possibile in piedi e aspettare così tanto fu davvero difficile!

 

Il 15 aprile 2014 mi ricoverarono alle 7.30 del mattino e alle 10.50 e alle 10.51 nacquero Bianca (3 chili per 48 cm) e Vittoria (3 chili e 100 grammi per 49 cm).

 

di Mara

 

(storia arrivata alla pagina Facebook di Nostrofiglio.it)

 

Leggi anche:

 

Sono una mamma fiera di 4 figli e il mio ultimo parto è stato veloce e bellissimo

Mamma a 40 anni grazie alla scienza

Arrivano due gemelli: ora ho quattro figli e una famiglia perfetta

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it 

LE ULTIME STORIE