Nostrofiglio.it Family Network


 

< torna a Nostrofiglio.it

mammenellarete

Il blog delle mamme per le mamme

Storie del parto

Il regalo per mia suocera: la nascita di un nipote

nonna

Io e mio marito, io 22 e lui 30 anni, abbiamo deciso di tentare. Ci siamo messi alla ricerca di un bambino! Abbiamo detto: “Eh, chissà quando arriverà”.

Era un periodo di stress fisico e psicologico per entrambi, alla suocera avevano trovato un tumore al seno in metastasi in altri organi e le avevano dato solo pochi mesi di vita. Noi volevamo perlomeno renderla felice e darle un nipotino.

Dopo due mesi, a luglio 2012, il ciclo in ritardo, …continua

Pancione

Com’è facile una gravidanza in Inghilterra

Gravidanza

Ciao, vivo da 4 anni e mezzo in U.K. Ho potuto sperimentare come la gravidanza in Inghilterra sia vissuta in un modo completamente diverso rispetto all’Italia. In questa nazione le future mamme, i dottori e le ostetriche sono molto meno apprensivi. Vi racconto qualcosa in più sulla mia esperienza.

Scoperta la mia gravidanza, andai dal dottore, il quale mi mandò dalle ostetriche. Loro mi fecero un esame del sangue e dalla prima ecografia risultò che ero intorno alle 12 settimane.

…continua

I post più letti

Esami in gravidanza

Avrei dovuto abortire, ma ho seguito il mio cuore

Ecografia

Ciao a tutte, mi chiamo Eleonora e ho trent’anni. Sono mamma di Giacomo, che ha 20 mesi. Mio figlio è tutto per me.

Scrivo per raccontare anch’io la storia della mia gravidanza, che fortunatamente ha un lieto fine. Ma che non è stata assolutamente semplice.

Finiti finalmente il vomito e le nausee, andai orgogliosamente a effettuare la morfologica e quasi svenni per l’esito. Il medico, con scarsa sensibilità, mi disse che mio figlio aveva la testa grande, i bacinetti renali dilatati e, infine, mi disse anche che occorreva fare numerosi controlli. Perché il bimbo avrebbe potuto non solo essere down, ma avere anche una malattia grave.

…continua

Ecografie

Il giorno più bello? Quella della mia prima ecografia

Prima ecografia

Non sapevo che il giorno della mia prima ecografia… sarebbe stato il giorno della mia prima ecografia!

Ero in un centro di cura per la fertilità e, dopo numerosi insuccessi, mi stavo preparando per iniziare nuovamente un nuovo ciclo di cure.

Durante la consueta ecografia di controllo, la ginecologa, incredula, mi disse le seguenti parole (che non potrò mai dimenticare): “Signora devo darle una bellissima notizia! Lei è incinta!”.

Quella notizia non programmata mi emozionò tantissimo. Provai delle sensazioni incredibili, non capii improvvisamente più nulla.

La situazione che stavo vivendo mi sembrava quasi un film! Quando ho visto quel piccolissimo puntino nell’ecografia, la mia vita è cambiata.

Medici ed infermiere sono venuti subito a vedere il mio piccolo miracolo.

Adesso, ho in grembo il mio piccolo da 34 settimane e non vedo l’ora di “conoscerlo”.

di mamma Alessandra

Ti potrebbero interessare anche:

La prima ecografia mi ha regalato la sorpresa più bella della mia vita
La prima ecografia
La prima ecografia, che emozione!

Vuoi conoscere altri genitori? Iscriviti subito alla community

Dal magazine: Dolori del parto. A cosa paragonarli?

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

Storie del parto

Il mio parto: pensavo sarebbe stato più doloroso

Parto

Scrivo per condividere con voi la bellissima esperienza del mio parto.

Tutto iniziò una notte. Era domenica. Verso le due si ruppero le acque e sentivo che a breve avrei avuto il piccolo.

Dopo una doccia veloce, andai in ospedale. Dopo il monitoraggio e una visita mi portarono in sala travaglio, consigliandomi di fare un’altra doccia calda.

…continua

Ecografie

La prima ecografia mi ha regalato la sorpresa più bella della mia vita

Ecografia

Vi racconto la storia della mia prima ecografia, effettuata durante una visita di controllo dal ginecologo, grazie alla quale ho scoperto casualmente di essere incinta. Da quel momento la mia vita è decisamente migliorata. La mia famiglia e quella del mio compagno si sono unite. E siamo tutti felicissimi. Ma prima non era così: vi racconto la storia dall’inizio.

All’inizio del mese di dicembre 2013, io e il mio compagno ci allontanammo, perché i miei genitori erano contrari alla nostra relazione e facevano di tutto per non farci frequentare.

…continua

Storie

La storia dei miei due parti cesarei

Parto neonato

I miei due parti sono stati molto diversi, ma in entrambi i casi ho dovuto affrontare un taglio cesareo.

Con il primo figlio, un maschietto che ora ha 4 anni, vissi una lunga gravidanza di 42 settimane, al termine della quale mi dovettero indurre il parto.

Durante la serata prevista per l’induzione del parto, mi si ruppero le membrane e subito dopo iniziò il travaglio, che durò da mezzanotte alle otto della mattina successiva. Dopo tre epidurali fatte, a causa della sofferenza fetale, mi portarono in sala operatoria per farmi un taglio cesareo. Alle 8:30 nacque il mio piccolino di 3620 grammi. E quando vidi i suoi bellissimi occhi, mi sciolsi e dimenticai subito tutti dolori.

…continua

Parto in acqua

Il mio bellissimo parto in acqua

Parto acqua

Ogni volta che qualcuno mi chiede di raccontare il mio parto, mi brillano gli occhi, perché è stato proprio come l’ho sempre sognato, ovvero splendido!

Ho sempre desiderato partorire in acqua, ma non avrei mai pensato che un giorno sarei riuscita a realizzare questo desiderio.

Il termine del parto era previsto per il 2 giugno 2013, ma il mio piccolo Diego decise di nascere due giorni prima. Era la sera del 30 maggio ed io cominciavo ad avere qualche dolorino. Avendo una soglia di sopportazione del dolore abbastanza alta, decisi di non farci caso e andai a letto.

…continua

Esami in gravidanza

Villocentesi in gravidanza, la mia storia

Esami

Buongiorno care mamme, vi racconto la mia storia per darvi una testimonianza importante e per essere di aiuto a mamme che stanno vivendo un’esperienza simile alla mia.

Quando rimasi incinta, decisi di effettuare la villocentesi, poiché sapevo di essere portatrice sana della distrofia muscolare di Becher. Il mio papà ed i miei zii sono affetti da questa malattia.

Le probabilità, nel caso in cui avessi avuto un figlio affetto da distrofia, sarebbero state le seguenti: se femmina, sarebbe stata portatrice sana, se maschio, sarebbe potuto essere o sano o affetto da distrofia.

…continua

Esami in gravidanza

Mi avevano detto che sarebbe nato con la sindrome di Down

Parto

La storia della mia gravidanza e del mio parto, pur avendo dei tratti in comune con tante altre, è una storia strana. Questo perché, durante un’ecografia, scoprii che mio figlio aveva un difetto al cuore e che sarebbe potuto nascere con la sindrome di Down. Io scelsi da subito di lottare per lui. E non mi sono mai pentita di questo.

Vi narro meglio tutto dall’inizio. Io e mio marito, dopo dieci stupendi e lunghi anni di fidanzamento, decidemmo di sposarci il 10 maggio del 2013. Subito provammo ad avere un bambino.

Noi volevamo una famiglia, desideravamo subito dei bambini. Infatti, a luglio restai incinta. Avevo sperato tanto di diventare mamma nell’immediato e mi resi conto di essere stata davvero davvero fortunata. Ero al settimo celo.

Comprai e feci il test di gravidanza il 26 luglio, il giorno della festa di S. Anna, protettrice delle donne in attesa e da quel giorno la mia vita ovviamente cambiò per sempre.

Il giorno dopo iniziarono le nausee e il vomito; inoltre avevo mal di testa e mal di schiena. Vomitavo anche cinque o sei volte al giorno, e continuai a vomitare fino alla notte prima del parto. Ero al secondo mese, quando il mio ginecologo mi disse che forse ero in attesa di un maschietto. Lui ne era quasi certo, ma avrei avuto conferma solo con l’ecografia morfologica.

A novembre mi sottoposi all’ecografia morfologica per ben 5 volte, perché lo scrupoloso ginecologo che la eseguì volle essere certo, prima di comunicarmi che il mio bimbo aveva un difetto congenito al cuore.

Una stenosi valvolare polmonare e un difetto interastrale. Il dottore aggiunse che questa patologia era tipica dei bambini con la sindrome di down e mi consigliò di fare immediatamente l’amniocentesi.

…continua

ARCHIVIO Calendario
settembre: 2014
L M M G V S D
« ago    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930