Diario di un bimbo non ancora nato Diario di un bimbo non ancora nato
il 21 Luglio 2017, Di mammenellarete
"Contro tutto e tutti io sono nato. I miei genitori erano giovanissimi, la mamma andava a scuola, papà all'università. Appena venuto al mondo, ho sentito il profumo della mia mamma e del mio papà, ho sentito quanto mi amavano e adesso, a distanza di un anno e mezzo penso... Alla faccia vostra, di tutti quelli che non mi volevano! Il mio papà e la mia mamma si amano sempre di più e, anche se con molti sacrifici e con molta difficoltà, la mamma quest’ anno si diploma e il papà sta finendo l’università, e io, modestamente, oltre ad essere molto intelligente e furbetto… sono sempre più figo!"
...continua
Papà a 22 anni. Con il desiderio di avere un altro figlio Papà a 22 anni. Con il desiderio di avere un altro figlio
il 21 Luglio 2017, Di mammenellarete
Ho 23 anni e sono orgoglioso di essere un padre. Ho dovuto affrontare molte difficoltà, dovute soprattutto all'avversità della mia famiglia, che mi credeva troppo giovane per sposarmi o per avere un figlio. E invece tutto è andato perfettamente, per fortuna. Mio figlio è nato sano e bello e vederlo crescere e sorridere è la cosa più bella di questo mondo e non smetterò mai di ringraziare il Signore per la bella famiglia che ho. Solo una cosa che renderebbe perfetta la mia vita già stupenda: un altro figlio
...continua
Autismo: sono mamma di un bimbo che ha fatto passi da gigante Autismo: sono mamma di un bimbo che ha fatto passi da gigante
il 21 Luglio 2017, Di mammenellarete
Sono mamma di due gemelli, un maschio e una femmina. Ho scoperto che mio figlio era autistico confrontando la sua crescita con quella della sorella. Oggi grazie a Dio il mio bimbo ha fatto passi da gigante, ma ha ancora bisogno di aiuto. Vorrei sottolineare la parola "aiuto" perché prima di tutto noi genitori dobbiamo accettare il fatto che nostro figlio abbia bisogno di aiuto per essere pronte a combattere la battaglia. E anche se non vinceremo, sapremo di aver fatto di tutto per riuscirci.
...continua
Protossido d'azoto: "Ho partorito con il gas" Depressione post parto, falsi miti
il 20 Luglio 2017, Di mammenellarete
Non è cambiata tanto la percezione del dolore, passata da 9 a 7, quanto rispetto alla fortissima tensione muscolare che mi irrigidiva e ostacolava la dilatazione. In due ore e mezza sono passata da 3 cm alla dilatazione completa...
Nessun punto, nessun effetto collaterale. 
...continua
Come fare ad accettare una vita da separati a causa del lavoro? Come fare ad accettare una vita da separati a causa del lavoro?
il 20 Luglio 2017, Di mammenellarete
Mio marito lavora fuori casa. Lo vedo tre giorni ogni due settimane e mi manca più che mai. Ancora di più ora, che sono incinta di cinque mesi. Me lo immaginavo a crescere nostro figlio insieme... a svegliarmi con lui, a condividere la quotidianità. Questo suo lavoro in realtà mi sta logorando. Come accettarlo?
...continua
Ernia diaframmatica congenita alla nascita: il mio Christian si è aggrappato alla vita Ernia diaframmatica congenita alla nascita: il mio Christian si è aggrappato alla vita
il 20 Luglio 2017, Di mammenellarete
Dopo la nascita di Christian, un anestesista che prese il bambino. Lo sedò e lo intubò. I dottori chiamarono mio marito e portarono via di corsa il bambino in un'altro ospedale pediatrico dove c'era la TIN. Sentii il responso: era ernia diaframmatica congenita. Arrivato all'ospedale pediatrico i medici dissero a mio marito che la situazione era molto grave. Per fortuna, dopo tre interventi e tanta paura che le cose potessero degenerare, tutto si sistemò. Ora Christian è un bellissimo bimbo di due anni.
...continua
Io 14 anni, lui 24: la nostra storia d'amore... con quattro figli! Io 14 anni, lui 24: la nostra storia d'amore... con quattro figli!
il 20 Luglio 2017, Di mammenellarete
Quando vidi per la prima volta mio marito mi persi nei suoi occhi verdi. Io 14 anni, lui 24, come poteva guardare proprio me? Eppure fu così e da quel giorno non ci siamo più lasciati. Ci siamo messi insieme, sono rimasta incinta a 15 anni e ho dovuto lottare per tenere con coraggio e testa alta quel bimbo tanto voluto. 
...continua
Mamme italiane, siete bravissime! mamma
il 19 Luglio 2017, Di mammenellarete
Sono una mamma di 25 anni e sono originaria del Marocco, ma vivo in Italia da quando avevo sette anni. Scrivo per dire che la mia gravidanza e la mia maternità sono state difficili, ma, allo stesso tempo, meravigliose. Voglio rivolgere dei complimenti a tutte le mamme italiane: siete bravissime!
...continua
Parto cesareo a 26 settimane. Sophia oggi è un vulcano Parto cesareo a 26 settimane. Sophia oggi è un vulcano
il 19 Luglio 2017, Di mammenellarete
Feci un cesareo d'urgenza. Ero alla 26esima settimana. Quando la bimba nacque, non emise nessun vagito, nessun pianto. La neonatologa cercava di intubarla, ma Sophia non respirava. La portarono in terapia intensiva: fu un incubo durato 110 giorni, con bassi e alti. ​Ci furono gioie, dolori, ansie e paure fino a quando non la dimisero. Esattamente l'11 ottobre 2014, proprio quel giorno, "tu sei rinata e io insieme a te". Sophia, 26 mesi, è un vulcano di bambina.
...continua
Ines, mamma single e felice della sua vita imperfetta Madre
il 19 Luglio 2017, Di Lucia Carluccio
Ines ha cercato a lungo di diventare madre insieme al suo ex marito. Anni di tentativi senza riuscirci. Ed è diventata mamma solo anni dopo, dopo aver ritrovata se stessa... ma non un compagno di vita. La maternità non sempre segue percorsi "convenzionali" e a volte si manifesta in momenti imprevisti. Le nascite sono volute dal cielo e mille esami, integratori e rapporti mirati non possono competere con la vita che tutto d’un tratto scoppia in una donna. Perché la nascita è mistero. La vita è mistero. 
...continua
Mamma a 20 anni: "Il mio compagno mi ha tradito ma ora sono di nuovo felice" Mamma a 20 anni: Il mio compagno mi ha tradito ma ora sono di nuovo felice
il 19 Luglio 2017, Di mammenellarete
Ho scoperto che il mio compagno mi tradiva. L'ho lasciato e sono rimasta sola con mio figlio di tre anni. Ho scoperto in me una forza che non pensavo di avere. Lui ama suo padre, lo vede quando vuole ed è giusto che sia così, ma io sono sicura che quando un giorno sarà grande, capirà tutto il male che ci ha fatto. Ora ho riscoperto anch'io la felicità, lavorando nel bar del mio paese, ho incontrato il mio primo fidanzatino delle scuole materne e... non ci crederete, ma, dopo 20 anni, siamo tornati insieme.
...continua
Proviamoci ancora Proviamoci ancora
il 18 Luglio 2017, Di mammenellarete
Figlia di genitori separati, decisi che io una famiglia tutta mia non l’avrei mai avuta. Finché trovai lui. Lo facemmo, ci sposammo. E io mi sentii pronta per un figlio. Scegliere di avere un bambino però era una cosa molto diversa e lontana dal restare incinta. Iniziammo un percorso di procreazione assistita. In silenzio. Soltanto lui ed io. Scegliemmo di tenerci tutto dentro, di affrontare questa salita nell’intimità della coppia. E questo è il racconto della seconda volta che "ci abbiamo provato".
...continua
Ho il gene della malattia di mio padre, per diventare mamma devo fare un costoso esame preimpianto tristezza
il 17 Luglio 2017, Di mammenellarete
Non sono ancora mamma. Mio padre si è ammalato a 37 anni di simil Alzheimer precoce e ne è morto a 42. Io ho il gene di mio padre, quindi, per diventare mamma, mi devo sottoporre a un costoso esame preimpianto.
...continua
Al suo secondo tradimento ho urlato: "Basta" tradimento
il 17 Luglio 2017, Di mammenellarete
Mi ha tradita una volta. E l'ho perdonato. Mi ha tradito una seconda... non ce l'ho fatta. Non potevo più permettere che lui continuasse così. E l'ho lasciato. Nel momento in cui l'ho cacciato di casa e ho chiuso la porta ho sentito un senso di sollievo come se mi fossi tolta un peso. Non è stato semplice, ma ora a distanza di un anno io sono felice anzi felicissima.
...continua
La depressione post parto maschile esiste! Depressione post parto, falsi miti
il 17 Luglio 2017, Di mammenellarete
La depressione post parto maschile esiste, lo so fa ridere ma esiste e di solito capita con il secondo figlio, almeno così è successo a me... Per i primi due mesi ho avuto pensieri strani quando la mia seconda figlia piangeva. Poi mi è bastato un sorriso e tutto è cambiato. Ora quando piange vado vicino a lei e cerco di tranquillizzarla cercando la cosa che mi fa stare meglio al mondo... quella cosa che non ha prezzo e nessuno potrà/dovrá mai portare via...il sorriso di mia figlia... 
...continua
Incinta senza saperlo di due gemelli gemelli
il 14 Luglio 2017, Di mammenellarete
Nel mese di giugno 2015 ero incinta di due gemelli. Portai avanti una gravidanza singolare, perché ebbi il ciclo ogni 11 del mese per tutti i nove mesi e dunque ero incosciente di essere incinta. Passai i nove mesi senza mai un sintomo, senza nessun dolore, anzi in quei nove mesi ebbi una forza incredibile. Poi il 6 febbraio iniziai a accusare dolori ai reni, ogni volta di più. Da lì capii subito che erano contrazioni. Ma io ero sicura di non essere incinta. Eppure... lo ero. Di due gemelli. Ecco la mia storia.
...continua
Parto a 33 settimane. Sophia è rimata un mese in Tin Parto a 33 settimane. Sophia è rimata un mese in Tin
il 14 Luglio 2017, Di mammenellarete
Ho avuto una gravidanza difficile: ero gonfia e avevo frequenti mal di testa. Un giorno mi ricoverarono e i medici pensavano che la mia bambina non ce l'avrebbe fatta. Invece il suo cuoricino batteva forte. La piccola Sophia è nata il 25 gennaio 2010 alle 14.45 a Siracusa a 33+2. E' rimasta un mese in Tin. Adesso sta bene, è la mia bellissima e dolcissima guerriera.
...continua
Incinta nonostante il ciclo: pensavo di non stare bene per colpa di una dieta! Incinta nonostante il ciclo: pensavo di non stare bene per colpa di una dieta!
il 13 Luglio 2017, Di mammenellarete
Si può rimanere incinta e avere lo stesso il ciclo? Vi posso garantire che è possibile. Ho avuto due cicli prima di scoprire che ero incinta già da due mesi. In più, stavo seguendo una dieta particolare, che molto probabilmente mi aveva causato degli scompensi. Ecco la mia esperienza nei dettagli.
...continua
"Sono una mamma troppo ansiosa. Purtroppo devo fare i conti con la mia infanzia difficile" Mum and child
il 12 Luglio 2017, Di mammenellarete
Ho avuto un'infanzia triste, sono cresciuta in un orfanotrofio. Anche quando stavo male, nessuno si prendeva veramente cura di me con affetto. Mai un abbraccio, un bacio, una carezza. È stata durissima. Ne sono uscita a 18 anni. Poco più che ventenne ho conosciuto il mio ragazzo e ora abbiamo un bambino. Una svolta felice, amo il mio bambino più di qualunque cosa al mondo. Però mi rendo conto che devo fare ancora i conti con il mio passato. Ho troppe paure, troppe ansie, faccio fatica a separarmi da lui 
...continua
Ci siamo conosciuti in Germania, ma dopo che è nata nostra figlia siamo venuti in Italia. All'inizio è stata dura, ma oggi siamo felici Ci siamo conosciuti in Germania, ma dopo che è nata nostra figlia siamo venuti in Italia. All'inizio è stata dura, ma oggi siamo felici
il 12 Luglio 2017, Di mammenellarete
Sono straniera e con mio marito ci siamo conosciuti in Germania. Quando è nata nostra figlia siamo venuti in Italia e per risparmiare siamo andati a vivere a casa dei suoi. Ma la convivenza all'inizio è stata molto dura. Poi con il tempo le cose sono migliorate. E oggi finalmente abbiamo una casa nostra e la mia piccola ha avuto un fratellino. 
...continua
Io marocchina, lui italiano: abbiamo lottato per la nostra storia e nostra figlia Mamma giovane
il 11 Luglio 2017, Di mammenellarete
Conobbi il mio compagno, italiano, nel 2013. Io sono marocchina e all'epoca avevo 17 anni. Un anno dopo scoprii di essere incinta. Portai avanti con determinazione la scelta di diventare mamma e alla fine anche i miei genitori, di fede musulmana, lo accettarono. Ora mia figlia Eleonora ha 7 mesi e non potrei essere più felice di così, perché cresce sana e felice e circondata da molte persone che come me, non riescono più a immaginare la propria esistenza senza di lei. 
...continua
Lieve forma di autismo: la diagnosi di Leonardo è arrivata pochi mesi fa autismo
il 11 Luglio 2017, Di mammenellarete
Leonardo è sempre stato un bimbo tranquillo e riservato e quando al nido ho iniziato a condividere con le maestre i miei dubbi su un suo ritardo del linguaggio mi sono sentita un po' stupida. Ma sapevo che qualcosa non andava. Finché non è arrivata la diagnosi della neuropsichiatra:  "lieve forma di autismo".
...continua
Volevo partorire in casa, ma per fortuna ho seguito il consiglio dell'ostetrica e sono andata in ospedale Volevo partorire in casa, ma per fortuna ho seguito il consiglio dell'ostetrica e sono andata in ospedale
il 10 Luglio 2017, Di mammenellarete
Con una gravidanza da manuale mi ero decisa di partorire in casa. Ma il mio piccolo non ne voleva sapere di nascere e quando alla 42esima più 4 sono finalmente iniziate le contrazioni, l'ostetrica ha insistito per portarmi all'ospedale. Arriviamo in sala parto, ma il bambino è troppo grosso per uscire e dopo  due ore perde il battito. Ora mio figlio ha 21 e ringrazio ancora l'ostetrica che mi ha convinto ad andare al pronto soccorso.
...continua
Mamma a casa (io) e papà al lavoro: è la società che ce lo impone Mamma a casa (io) e papà al lavoro: è la società che ce lo impone
il 10 Luglio 2017, Di Valeria Camia
Sono molte le famiglie come la mia dove la donna sta a casa per seguire i figli, mentre lui lavora. E in vacanza, quando finalmente siamo entrambi a casa, lascio a mio marito più tempo possibile per giocare con i figli, alle faccende domestiche penso io. Lo so, non è giusto, non sto affatto comoda nei panni di sola mamma, ma non me la prendo con mio marito, un ottimo papà: è la società che impone questo modello. 
...continua
La mia seconda vita è iniziata da quando sono diventata nonna di due meravigliosi bambini Nonna
il 07 Luglio 2017, Di mammenellarete
Non sapevo che nonostante le fatiche, la stanchezza, il disordine, la presenza dei miei due nipoti sarebbe stata per me l’unico balsamo alla stanchezza e al disordine. In effetti non sapevo, perché non lo avevo ancora capito, che la mia seconda vita sarebbe iniziata con loro e sarebbe stata molto più ricca ma anche molto più dolorosa della prima. Ecco la mia esperienza di nonna.
...continua
La mia storia: cinque figli e tanta serenità La mia storia: cinque figli e tanta serenità
il 07 Luglio 2017, Di mammenellarete
Forse la mia storia non è strappalacrime (anche se io sono una di quelle donne che quando legge alcune storie piange come una bambina), ma ho il desiderio di raccontarvi semplicemente il "mio essere madre" e, in quanto tale, fortunata. Ho conosciuto mio marito a 15 anni e oggi abbiamo 5 figli. Di certo non posso comprare loro il giochino di ultima generazione o il cellulare o il tablet. Forse non posso portarli a fare una vacanza chissà dove. Ma vi posso garantire che sono dei bambini felici, allegri e spensierati così come dovrebbe essere ogni bambino.
...continua
Depressione post parto: dall'inferno si esce, ma NON DA SOLE Depressione post parto: dall'inferno si esce, ma NON DA SOLE
il 07 Luglio 2017, Di mammenellarete
Ho 27 anni e ho dato alla luce una bambina quasi tre anni fa. Ho vissuto, subito dopo il parto, un periodo di depressione, dal quale sono risalita con difficoltà e con l'aiuto di medici e di familiari. Posso dire che non maledico più la mia malattia, ma la ringrazio perché è stata il mio male e al tempo stesso la mia cura. Mi ha fatto scoprire lati di me che non conoscevo.  Ho un desiderio grande ora: vorrei avere un altro bimbo. Ma ho anche paura di rivivere l'inferno.
...continua
Luoghi comuni sui ruoli delle mamme e dei papà Mrs. Doubtfire (1993)
il 06 Luglio 2017, Di Francesco Facchini
"Sono diventato padre in un’epoca in cui tutto cambia alla velocità del suono, ma non sembra essere cambiata la visione dei padri che hanno le mamme, così come non è cambiata quella dei papà nei confronti delle madri. Dobbiamo riscrivere la cultura della genitorialità partendo da zero, senza pregiudizi". L'opinione del papà blogger Francesco Facchini, ossia Sharingdaddy.
...continua
La mia bimba prematura nata a 28 settimane: che forza incredibile! La mia bimba prematura nata a 28 settimane: che forza incredibile!
il 06 Luglio 2017, Di mammenellarete
L'8 maggio del 2013 venne al mondo Ginevra, nata a 28 settimane più 2, ma con crescita bloccata. Pesava 592 grammi ed era lunga 29 centimetri. Il mio miracolo pianse subito, ma fu anche subito intubata e portata di corsa in terapia intensiva neonatale. Mia figlia ha dovuto subire trasfusioni e tante altro, ma finalmente, a distanza di un mese dal ritorno a casa, ha iniziato a respirare da sola. Una gioia immensa per noi. Non perdete mai la speranza, perché la felicità è dietro l'angolo che vi attende! 
...continua
Rinascere dopo una forte depressione, si può Rinascere dopo una forte depressione, si può
il 06 Luglio 2017, Di mammenellarete
Ho vissuto una forte depressione, causata dal vortice in cui sono finita dopo la morte della mia mamma. Avevo solo 13 anni quando se n'è andata. Un giorno ho avuto dei maledetti attacchi di panico e sono finita in ospedale. Ma ce l'ho fatta, grazie anche alla mia famiglia. Gli attacchi di panico non ci sono più e adesso ho imparato ad accettare che le cose vanno come devono andare. A non creare aspettative inarrivabili. Ho imparato che a volte le cose non vanno come tutti si aspettano. E che non devo essere sempre forte per tutti. Che quando ho bisogno devo chiedere aiuto. Non pensavo che proprio io sarei potuta cadere in questa brutta malattia. Eppure ne sono uscita.
 
...continua
Aborto con asportazione di una tuba. Eppure un mese dopo ero già incinta del mio miracolo Aborto con asportazione di una tuba. Eppure un mese dopo ero già incinta del mio miracolo
il 05 Luglio 2017, Di mammenellarete
La notte del 6 febbraio 2016 mi portarono in sala operatoria. Piangevo disperata e assieme all'embrione mi asportarono la tuba destra. Ero a pezzi, piangevo continuamente e, nonostante le rassicurazioni di tutti, mi convinsi che non avrei mai potuto avere un figlio. L'11 marzo 2016 tornò il primo ciclo dopo l'intervento... ma non sapevo che sarebbe stato anche l'ultimo perché il 6 dicembre 2016 è nato il mio piccolo Jacopo. La mia storia.
...continua
Sentirsi mamma a metà perché non si può allattare Allattamento
il 05 Luglio 2017, Di Lucia Carluccio
Eleonora non vuole dire il nome della sua malattia perché se ne vergogna. A causa di quella malattia non può allattare Tommaso, il suo bambino e si porta la sensazione di essere mamma a metà, mamma inadeguata. Finché una notte fa un sogno ...
...continua
Confessioni di una "mamma in riparazione" Confessioni di una mamma in riparazione
il 05 Luglio 2017, Di mammenellarete
Ero incinta: ad un certo punto iniziarono improvvisamente le contrazioni. I dottori dovettero inserire un pessario, cioè un anello che doveva tenere chiuso il collo dell'utero fino al parto. Giunse il giorno del parto,  vidi la mia "piccola", 3.900 kg di puro amore e il mio mondo si fermò. Non ricordo più nulla. Mi dissero che persi 2 litri di sangue. Ricordo solo che aprii gli occhi per un secondo, vidi l'anestesista con in mano una sacca di sangue e pensai: "Ok, sto per morire, ma non è così male, posso riposarmi".
...continua
Figlio mio, ti racconto il giorno in cui sei nato Figlio mio, ti racconto il giorno in cui sei nato
il 05 Luglio 2017, Di mammenellarete
Perché non si era creata quella magica sensazione unica che ricordavo di aver provato con tua sorella dopo 17 ore di dolore. Perché? Eri stato strappato via da me... ci avevano diviso. A volte piango nel ricordare la dura e brutta esperienza di quando ti ho partorito e la paura di non amarti quanto amo la tua sorellina è sempre lì. Ma poi tu mi guardi, mi cerchi e il mio cuore torna a riempirsi di TE.​
...continua